La Filippa Art

Uno sbuffo di una nave. Cotone e un vecchio interruttore. Lo spirito artistico nasce da una sensibilità particolare, dall’attitudine a guardare le cose da un altro punto di vista fino a coglierne l'“Anima nascosta". La Filippa nell’aprile 2016 inizia la collaborazione con artisti che condividono il nostro modo di pensare e fanno arte con materiali di recupero e rifiuti.
Il progetto è appena partito, ma siamo già curiosi di conoscere cosa ci porterà. Per segnalazioni e informazioni art@lafilippa.it

“Antonio ama l’arte, è goloso di mele rosse, è timido, molto sensibile: è un’artista.
Trasforma in opere d’arte vecchi oggetti gettati nella spazzatura, donandogli un'anima"

ANTONIO CRUGLIANO

L’anima nascosta delle cose

Abbiamo conosciuto Antonio durante una mostra sul riuso e le sue opere piene di poesia ci hanno subito conquistato.
Artigiano scultore, grafico e designer, lavora nel cuore del centro storico di Genova nello studio (che a noi sembra anche un po’ magico) in vico delle Fate. Inizia la carriera artistica collaborando come grafico e disegnatore per Franco Origone, il grande vignettista ed autore di fumetti genovese.
Esposizioni: Biennale Pinocchio 2012 collettiva internazionale al Museo Luzzati; Salone Del Libro di Bologna 2014; "U Giancu", ristorante a fumetti, sede della "Mostra dei Cartoonist di Rapallo”. Nel 2013 ha partecipato al MakerFaire di Roma presentando un progetto selezionato ed ideato con l'Associazione IoRicreo e l’Università degli Studi di Genova.
Attualmente collabora con il Museo Luzzati di Genova e partecipa all'iniziativa di Al Verde “Rigenerae: Nuova vita agli oggetti “(temporary shop di design da oggetti riciclati - Genova, Via Ravecca 11 e Vico Angeli 21r). La creatività di Antonio si esprime anche nei laboratori educativi che cura per La Stanza e nella progettazione e conduzione dei laboratori per Emozioni Giocate Onlus dedicati a soggetti disabili.
Nel 2015 insieme a David Valolao vince il Tim Vision Awards con un cortometraggio realizzato in quattro giorni a ridosso della scadenza del concorso. La nave utilizzata nel video è diventata il simbolo del nostro progetto ART e ora naviga tranquilla negli uffici della Filippa.
http://www.antoniocrugliano.it

“I materiali e gli oggetti traducono lo scorrere del tempo
portando su di sé le tracce del vissuto che diventa memoria personale e collettiva"

GRETA CENCETTI

Il recupero del tempo e della memoria

Gli oggetti di uso quotidiano si logorano, si rompono, vanno perduti. Oppure possono essere recuperati, riparati, riusati e le “ferite” aggiustate ne accrescono il valore e li rendono immortali.
Questa visione poetica del concetto di recupero l’abbiamo scoperta nei quadri di Greta Cencetti in cui vecchie stoffe, cocci, ragnatele, terra, sabbia, antiche cartoline, cartelli in disuso diventano testimoni del passato, di una realtà e di una concezione differente dell’esistere.
Greta Cencetti vive e lavora a Genova dove ha conseguito il diploma di Belle Arti all’Accademia Ligustica e ci accoglie nel suo studio tra una moltitudine di piante, un vecchio pianoforte francese e il Coniglio Oklahoma, che zampetta tutto intorno. Ha collaborato con la New York University in “Creativity” laboratorio di arti figurative. Si è specializzata nell’illustrazione di libri ma affianca questa attività a quella di scrittrice e pittrice. Ha progettato scenografie e costumi per il teatro. Ha realizzato i dipinti, progettato le vetrate e la statua lignea della Cappella dell’ordine Salesiano di Genova. Per l’Università di Genova (DIST) ha fatto studi storici e realizzato le illustrazioni sulla Storia di Genova nel 15'secolo. Dal 1990, anno di uscita del suo primo libro, ha pubblicato decine di titoli in diversi paesi del mondo. I suoi lavori sono stati esposti in gallerie pubbliche e private in Italia, Germania, Gran Bretagna e Cina. Da molto tempo lavora a “The Migrant Children” una serie di dipinti e disegni relativi alle migrazioni interne degli anni 30 negli USA. Sta lavorando alla realizzazione di un progetto pittorico dedicato al regista Jacques Tati in collaborazione con il Club Amici del Cinema di Genova.
http://www.gretacencetti.com/pittura.html